Sono nato nel 1981 e ho iniziato ad essere affascinato dal cielo grazie ad una ricerca sul sistema solare per gli esami di quinta elementare.

Al liceo sboccia l’amore per la Fisica… Ma è proprio in questo contesto che scopro che è molto più divertente costruire i telescopi piuttosto che usarli per scrutare il cielo!

Mi specializzo quindi in radioastronomia nel gruppo dell’Università di Milano Bicocca che si occupa di strumentazione per l’osservazione del Fondo Cosmico a Microonde, dove conseguo anche il PhD in Fisica e Astronomia, passando 4 anni a progettare ottiche a microonde e a testare componenti criogenici.

Da 10 anni lavoro per Media Lario Technologies, dove mi sono occupato dell’assemblaggio dei telescopi a raggi X della missione eRosita e dove attualmente mi occupo della lucidatura di precisione di ottiche e del loro assemblaggio.

Ho deciso di iniziare a dedicare tempo alla divulgazione quando mi sono stufato di sentirmi chiedere dalla gente se faccio gli oroscopi.

Come al solito mi butto in cento cose e il tempo è sempre quello che è, tra lavoro e famiglia.

Un viaggio di 13 miliardi di anni seduti sul divano – finale di stagione –

Nelle puntate precedenti, abbiamo imparato a conoscere uno strumento fondamentale della Cosmologia: la radiazione cosmica di fondo (CMB). Come abbiamo visto, materia e radiazione sono inizialmente una sorta di tutt’uno, con i fotoni che sono continuamente diffusi nel plasma di elettroni e protoni liberi (se volete, “rimbalzano” in un ping pong cosmico tra le particelle). Ma, man mano che l’Universo si espande, la sua temperatura cala, fino a che non prevale l’attrazione elettrostatica tra protoni ed elettroni e si formano i primi atomi di idrogeno, che non riescono più a diffondere i fotoni come facevano prima i loro costituenti, perciò la radiazione è ora libera di fuggire. Questi primi fotoni liberi sono quelli che costituiscono la CMB, di cui in questo contributo Sebastiano ci descrive la polarizzazione. Pronti per il finale di stagione?

Continua a leggere

Febbre da misura

Termometri, bambini e rischio covid: un mix perfetto per creare panico e terrore fra i genitori di tutta Italia. Vi siete mai chiesti, però, come funzioni quando ci si prova la febbre? E i nuovi termometri a infrarossi su che principi si basano? Ce lo racconta oggi il nostro Sebastiano, armato di tanta pazienza e… Anche di un poco di amaro in bocca.

Continua a leggere
Chiudi il menu